Una toppa, un cuore per Amatrice: le ultime novità

L’iniziativa “Una toppa, un cuore per Amatrice” (per la quale rimando all’articolo di presentazione del progetto) sta prendendo sempre più forma: venerdì 28 Luglio, uno degli organizzatori di questa iniziativa Luciano Grassi si è recato ad Amatrice in sella alla sua Vespa GTS300; l’obbiettivo era quello di andare a parlare col Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.

Monumento alle vittime del sisma ad Amatrice

Partito da casa sua alle 4.00 di mattina, Luciano ha percorso superstrada ed autostrada fino a Spoleto, dove poi ha preso la statale, a sua detta abbastanza segnata dai vari terremoti dell’ultimo anno ma comunque percorribile, fino a poco prima del paese di Norcia, dove la strada per andare verso Ascoli Piceno era ancora chiusa per i vari crolli ed anche la stessa Norcia pare bombardata tanto che si presenta danneggiata a seguito del terremoto; la strada in questione è la SS685 “Delle Tre Valli Umbre” ed è chiuso il tratto che va da Serravalle fino Cerreto di Spoleto.

Quindi Luciano è stato obbligato a deviare in un’altra strada per Amatrice, e la scelta è ricaduta su una strada che attraversa la pianura sottostante Norcia e poi va ad arrampicarsi sulle alture appenniniche in una serie infinita di tornanti per poi esser costretti a fermarsi per dare uno sguardo al panorama incredibile che si può apprezzare da lassù.




Comunque, percorsa questa strada secondaria, Luciano, riesce a raggiungere la Strada Statale SS4 “Salaria”, la quale viene percorsa in direzione Ascoli fino alla frazione di Santa Giusta, in corrispondenza del bivio per Amatrice.

Dopo poco tempo, Luciano accompagnato dalla Vespa GTS300 arriva ad Amatrice, lo scenario che si presenta lo lascia a bocca aperta, tutto quello che fanno vedere in tv è vero: non c’è più niente, nessun’edificio è rimasto sano dopo quel violento terremoto; vede tantissime persone in giro: vigili del fuoco, operatori del 118, volontari, gente normale; tutti lavorano alacremente per ricostruire la bella Amatrice. Il nostro intrepido Vespista parcheggia la sua 300GTS e chiede dove sia il Comune, ma l’edifico comunale non esiste più, tutto è stato spostato in una baracca.

Lo staff del Sindaco di AmatriceFinalmente in quella baracca Luciano incontra il Sindaco Pirozzi con il suo staff al completo, è una persona molto ospitale ed alla mano, ascolta quello che Luciano ha da dirgli, in vece anche degli altri organizzatori del Popolo Vespista, e rimane entusiasta dell’idea, successivamente si fanno qualche foto di rito, Luciano da a Pirozzi le fasce del Vespa Club Carrara e del Popolo Vespista; successivamente si è accordato con i membri dello staff per organizzare l’evento.

Infine il nostro Luciano è tornato verso casa verso le ore 21.30, dopo aver percorso circa 750km in 11 ore di guida.




In conclusione, la città di Amatrice aspetta con gioia la Carovana dei Vespisti della Speranza ad Aprile 2018, l’evento si farà, sulla pagina della Carovana per Amatrice su Facebook c’è un sondaggio il quale chiede ai membri del forum a quale edificio indirizzare i fondi ricavati fra: Municipio, Biblioteca, Museo Civico Filotesio e Chiesa Santa Maria del Suffragio; quindi andate e votate, ma soprattutto comprate la Toppa del Popolo Vespista, facciamolo per Amatrice!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!

Matteo Becuzzi

Ciao, sono un ragazzo di 25 anni con una passione sfrenata per i motori, in particolare per la Vespa, mia compagna di avventure dal 2012. Ho anche un debole per la Ferrari, ma questa è un'altra storia...