Vespa Elettrica: uno sguardo al futuro

Uno sguardo al futuro, che è già presente; infatti all’EICMA 2017 che si svolge in questi giorni a Milano, Vespa Elettrica ha fatto la sua apparizione allo stand della Piaggio.

Roberto ColaninnoNon è la prima apparizione ufficiale della nuova nata di casa Piaggio, infatti Vespa Elettrica è stata presentata in anteprima mondiale all’edizione 2016 di EICMA, senza rilasciare però alcuna specifica tecnica sul nuovo modello, infatti si trattava solo di un concept.

Quest’anno, con la nuova edizione di EICMA, Piaggio rinnova il suo impegno nel mondo elettrico; la Vespa Elettrica esposta e presentata dall’Amministratore Delegato Roberto Colaninno, è quella che uscirà sul mercato entro la primavera 2018; l’AD ha dichiarato che l’Elettrica verrà totalmente prodotta negli stabilimenti di Pontedera e verrà commercializzata prima in Europa e successivamente negli Stati Uniti; si è dimostrato orgoglioso di questa nuova Vespa, dichiarando che passerà alla storia come ha fatto la primogenita del 1946; “C’è tutto il genio italiano. In questo oggetto è racchiuso il futuro del nostro pianeta, il nostro futuro.” conclude Colaninno.




Ad un primo sguardo si nota subito il “family feeling” Vespa: tutta l’estetica è molto simile se non identica alla Vespa Primavera, presente sul mercato dal 2013; guardandola meglio però si notano delle differenze che saltano subito all’occhio; ovviamente la scritta in rilievo “elettrica” sulla sacca laterale; poi i colori: grigio satinato (sulla base la celebre DeLorean DMC-12 del film “Ritorno al Futuro”, secondo me l’abbinamento è stato voluto e ricercato da Piaggio), con delle rifiniture oro (o blu in alcuni modelli) su bordo scudo e cerchi; dunque un look abbastanza aggressivo per la Vespa “elettrizzata”.

Ma passiamo ai fatti, i dati tecnici forniti da Piaggio; la prima Vespa “che non ronza” è spinta da un motore elettrico che ha una potenza continua di 2 Kw con picchi fino a 4 Kw, che in soldoni, sono valori di potenza che superano largamente quelli offerti da un classico motore endotermico di 50cc; l’ autonomia è ottima: 100 km alimentata dalla sola elettricità; mentre la versione “X” ha a bordo anche un motore endotermico 4 tempi di 100cc, con un serbatoio di 3 litri, quindi ai 100 km di autonomia ne va ad aggiungere altri 150, portando così l’autonomia totale della Vespa a 250 km. I tempi di ricarica totale della batteria sono all’incirca di 4 ore  attaccando la spina all’impianto elettrico di casa.




EICMA 2017Come detto la vendita della Vespa Elettrica inizierà nel 2018, Piaggio rivelerà i prezzi di listino solo entro quel periodo; per adesso ha fatto sapere solo che oltre all’acquisto tradizionale, sarà prevista anche una sorta di noleggio, con canone mensile, il quale prevederà anche altri servizi aggiuntivi non ancora specificati.

Il futuro chiede un cambiamento radicale delle nostre abitudini, sinceramente spero che il petrolio resista ancora qualche anno perchè il rombo dei motori è forse la cosa più bella del motorsport, però già oggi il Mondo dell’automotive ha imboccato la “strada del domani”; Piaggio non ha fatto altro che seguire la corrente dell’elettrico (scusate il gioco di parole, non era voluto… o forse si…) sfornando questo modello, frutto di tutto il sapere tecnico ed ingegneristico italiano, fa bene Colaninno ad esserne orgoglioso, questo è un nuovo capitolo della storia della Vespa, lunga ormai 71 anni.

A primavera 2018 cercherò un concessionario così gentile da farmi provare una Vespa Elettrica, sono veramente curiosissimo di toccare con mano questo modello e, soprattutto, di provarla su strada!

Crediti per le foto:

Foto Copertina: Il Sole 24 Ore

Prima foto: Corriere Fiorentino

Seconda foto: Il Tirreno

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!

Avatar

Matteo Becuzzi

Ciao, sono un ragazzo di 23 anni con una passione sfrenata per i motori, in particolare per la Vespa, mia compagna di avventure dal 2012. Ho anche un debole per la Ferrari, ma questa è un'altra storia...