Tipologie di caschi: guida all’acquisto

Dovete comprare un nuovo casco ma non sapete quale? Ecco qua la mia guida all’acquisto!

In Commercio ci sono molte tipologie di caschi: Demi Jet, Jet, Modulare, Integrale e da Cross; In più ci sono molti accessori da poterci allegare a corredo come ad esempio gli auricolari bluethooth o la semplice ma utilissima visiera antiappannamento (o “anti fog”). Tralasciando il casco da cross i più gettonati sono il jet, l’integrale e il modulare, in questo articolo mi concentrerò maggiormente appunto su queste tipologie di caschi.




Casco “Jet” e “Demi Jet”

Questa tipologia di casco è prettamente per il periodo estivo, la sua conformazione aperta favorisce appunto l’entrata di aria fresca evitandoci così di soffocare col caldo afoso delle giornate estive, l’unica differenza fra casco jet e demi jet è la presenza, sul jet, o l’assenza, sul demi jet, della visiera; un altro vantaggio non da poco del jet è il costo molto limitato, quindi accessibile a tutti, in più le sue dimensioni compatte consentono di metterlo in ogni bauletto quando parcheggiamo la Vespa, senza doverlo portare con se o lasciarlo appeso ai ganci sotto sella. I limiti arrivano parlando di sicurezza, infatti è il casco meno sicuro del lotto perchè non ha la protezione inerente alla zona del mento, in più non è per nulla comodo in condizioni meteo di vento o di pioggia.

Casco “Integrale”

Questo casco è il più sicuro del lotto, offre una protezione completa alla testa, è un po più pesante del jet ma comunque, a meno di patologie al collo, ci si abitua molto rapidamente; a differenza del demi jet, che ricordo essere senza visiera, l’integrale protegge anche da eventuali detriti o moscerini che, senza di essa ci arriverebbero dritti in faccia; oltre a ciò protegge anche da ogni tipo di intemperia che sia acqua vento ecc. Ha dimensioni più grandi rispetto alla tipologia precedente ma in un bauletto di medie dimensioni entra senza particolari problemi.




Casco “Modulare”

Questo è il casco più completo del lotto, ha la possibilità di essere sia un casco demi jet sia un casco integrale, questo grazie alla protezione del mento che si alza e si abbassa a seconda delle necessità, tanti modelli hanno anche la visiera a scomparsa che funge da occhiali da sole, appunto per avere un confort ineguagliabile nelle giornate estive. Unici nei sono il costo alto e la sicurezza, buona ma non ottima, perchè in caso di caduta e urto frontale, non essendo il casco un corpo unico, c’è la possibilità (anche se remota perchè tutti testati e omologati) che la protezione del mento si stacchi andando a ferire l’utilizzatore del casco.

LEGGI ANCHE: Casco LS2 Strobe modulare entry level: recensione

Dopo questa lista delle tre tipologie più famose dei caschi oggi in commercio, la scelta deve essere una conseguenza delle vostre necessità, che siano l’esigenza di confort o i tipi di viaggi che uno fa a bordo della sua Vespa, io personalmente ritengo il modulare il migliore del lotto, anche se costa di più rispetto agli altri, offre un livello di confort ineguagliabile, grazie appunto alla modularità di cui dispone, rendendolo quindi un casco 4 stagioni”, potendolo utilizzare nel freddo dell’inverno e nel caldo afoso estivo.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!

Avatar

Matteo Becuzzi

Ciao, sono un ragazzo di 24 anni con una passione sfrenata per i motori, in particolare per la Vespa, mia compagna di avventure dal 2012. Ho anche un debole per la Ferrari, ma questa è un'altra storia...