Abruzzo in Vespa – bikelife.it

Avete dei dubbi su come sfruttare le vostre meritatissime ferie di agosto? Ho una proposta per voi: un tour dell’Abruzzo in Vespa!

Bikelife.it è un tour operator che si occupa di vacanze in Abruzzo, tramite quest’agenzia è possibile organizzare un piacevole soggiorno in terra abruzzese da trascorrere viaggiando sia in bici, sia a piedi ma anche in Vespa ed è proprio di questo tipo di vacanza che vi andrò a parlare.




Vespa PrimaveraSul portale Bikelife.it, nel menù “Vespa Tour” si trovano sei soluzioni diverse, io vi andrò ad illustrare la proposta estiva di questo tour operator: alla scoperta dell’Abruzzo in 6 tappe.

Incluso nel pacchetto di viaggio abbiamo: Ospitalità in HB in doppia, noleggio di una Vespa (a scelta fra 125cc e 150cc) ogni due persone (escluso carburante), garage e area piccole riparazioni, assicurazione medica bagaglio e annullamento viaggio per giusta causa; inoltre saranno fornite le tracce GPS sia per il navigatore sia per iOS e Android.

Il viaggio che vi andrò a raccontare copre 7 giorni su circa 400 km fra strade asfaltate e sterrate, tutti percorsi incentrati per far assaporare la cultura, la natura e la storia abruzzese.

Il 1° giorno ci sarà il ritrovo a Pineto (TE) per ricevere le coordinate GPS, prendere confidenza con la Vespa e fare i primi 60 km del tour, attraverso le colline Teramane ed i borghi caratteristici come Atri, dove è possibile vedere il suo Duomo, e “Villa Vomano”. La prima tappa si conclude a Teramo dove sarà servita la cena e il pernottamento.

Il 2° giorno il tour proseguirà per altri 77 km, partenza da Teramo direzione L’Aquila; passando per la meravigliosa “Strada Maestra del Parco” ed il suo Passo delle Capannelle, attraversando il Parco Nazionale del Gran Sasso, un luogo dove pullula la biodiversità di specie sia animale che vegetale.

All’arrivo nella città de L’Aquila è possibile visitare l’anfiteatro di epoca romana “Amiternum” ed anche il centro storico della città, per vedere in prima persona gli effetti del disastroso terremoto di ormai 10 anni fa, nel lontano 2009. La giornata si conclude con la cena ed il pernottamento.

Il 3° giorno ci aspetteranno 53 km di viaggio, con partenza da L’Aquila direzione Parco Regionale del Sirente – Velino, percorrendo una strada panoramica che ci regalerà uno scorcio sul Parco Nazionale del Gran Sasso e sulla Piana dei Navelli.

Sarà possibile deviare il percorso per visitare il Convento Sant’Angelo a San Panfilo d’Ocre (AQ), per poi ricongiungervi col percorso standard verso l’altopiano delle Rocche.

Successivamente, proseguendo, visiteremo le località sciistiche di Rocca di Cambio (AQ), Rocca di Mezzo (AQ) ed Ovindoli (AQ); poi scenderemo verso la fine della tappa: Celano (AQ), dove sarà visitabile l’antica città romana di “Alba Fucens”. La giornata si conclude con cena e pernottamento.

Il 4° giorno ripartiremo da Celano (AQ) per ulteriori 73 km in sella alla nostra Vespa attraversando le Terre Marsicane in direzione di San Benedetto dei Marsi (AQ); percorrendo poi la splendida strada della “Valle del Giovenco” fino al Passo del Diavolo.

Attraversato il passo ci dirigeremo verso Pescasseroli (AQ), nel cuore dei 50 mila ettari del Parco Nazionale d’Abruzzo. Qui consumeremo la cena e pernotteremo.

Al 5° giorno, partendo da Pescasseroli (AQ), proseguiremo nel viaggio con altri 75 km danzando sul confine fra Abruzzo e Molise, interamente nell’Alto Sangro (facente parte del Parco Nazionale d’Abruzzo) passando, appunto, da Castel di Sangro (AQ) dove è possibile visitare le tante chiese e cappelle del posto.




Vespisti in AbruzzoLa giornata si concluderà a Gamberale (CH) dove si può vedere il suo castello, posto nel punto più alto del centro storico. Qui consumeremo la cena e pernotteremo.

Il 6° giorno sarà l’ultimo giorno di viaggio, con i suoi 90 km finali; costeggeremo il fiume Sangro, oltrepassando anche il Lago di Bomba, fino alla sua foce posta a Torino di Sangro Marina (CH), da qui fino alla conclusione del viaggio, la strada, sarà tutta sul Mar Adriatico.

Arrivati a Vasto (CH) sarà visitabile il “Palazzo D’Avalos”, il fiore all’occhiello della città. In loco sarà consumata la cena e passeremo la notte.

Il 7° giorno ognuno riconsegnerà la Vespa noleggiata e ripartirà perso le proprie destinazioni.

Questa è la fine di un viaggio che ci fa assaporare alcuni dei gioielli racchiusi nella terra abruzzese; sul portale di bikelife.it ci sono altre soluzioni di viaggio per percorrere l’Abruzzo in Vespa (di cui una già recensita su queste pagine, nella terra di D’Ascanio), che aspettate? Andate ad informarvi per la vostra prossima vacanza!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!