Vespa Raduni

Tornare bambini con La Temeraria 2023

Avete presente quando, da bambini, provavamo gusto a sporcarsi? Magari saltando nel fango o strusciando nell’erba alta per nasconderci nel più banale dei nostri “nascondino”. Ecco, La Temeraria 2023 ha risvegliato quella sensazione. Il piacere di ritrovarsi totalmente “imbiancati” dalla polvere delle strade bianche dell’alta Maremma.

La Temeraria è un raduno aperto a tutte le due ruote costruite fino al 1993 ed anche a qualche “cafè racer” più moderna.




Guardistallo PisaIl ritrovo a Guardistallo

Accompagnato da una Vespa PX ed un’Aprilia Tuareg tre e mezzo anni’80, sono partito dalla sede del Vespa Club Valdera alla volta di Guardistallo (PI); qualche curvetta sulle strade di Miemo (PI) per scollinare in Val di Cecina ed arrivare proprio in uno dei tre paesi che fanno da “avamposto” della Provincia di Pisa sulla sottostante Provincia di Livorno.

Parcheggiata la Vespa nella via centrale del borgo di Guardistallo, andiamo a fare l’iscrizione e poi una buona colazione; nel mentre sento vociferare che c’è un “matto” che con un Ciao è andato fino a Capo Nord

Un tour polveroso

Queste sono zone che conosco bene ma le ho sempre “esplorate” tramite strade asfaltate, La Temeraria 2023 ci da la possibilità di scoprire questo angolo di Toscana da un punto di vista diverso. Sembra di tornare indietro nel tempo, quando le strade erano quasi tutte sterrate ed intorno si sviluppava solo la campagna con fattorie sparse qua e la.

Nei 40km del percorso tanti sono stati macinati su quelle strade bianche che hanno risvegliato in me quel piacere di sporcarmi, la giacca che da blu diventa bianca e quella polvere che mi circonda come quando, da piccolo, con la bici sgommavo di proposito per alzarla dal piazzale davanti casa. Guardo la Vespa imbiancata e sorrido.

Il percorso lo potete trovare in questo articolo: Dove andare in Vespa? – Le mie “Vespate”

Pranzo a Guardistallo

Al ritorno a Guardistallo siamo accolti da Sandro (uno dei organizzatori) che con un soffiatore ci toglie di dosso un po’ di polvere, una scena comica e veramente ben riuscita. Parcheggiamo i mezzi e ci incamminiamo verso la tavola del pranzo.

Un pranzo “leggero”, fatto appositamente per il periodo caldo: antipasto di terra con affettati e crostini vari, una corposa rosticciana di costine e bistecchine di maiale accompagnata da una vaschetta d’insalata e per finire il dolce.




Raduno strade biancheFine del raduno al teatro

Vi ricordate il Ciao di prima? Al teatro di Guardistallo, Marco (il proprietario), ci ha raccontato il suo viaggio in sella a quel Ciao verde soprannominato “Ostinato”. Una “follia” che l’ha visto partire all’inizio dell’ottobre 2022 da Viareggio fino a Capo Nord, il tutto in 22 giorni. Un viaggio nato dalla voglia di vedere con i suoi occhi l’aurora boreale. Solo che andare col treno o con l’aereo sarebbe stato troppo facile, la prima scelta sarebbe stata un’Ape, poi però si è innamorato di questo Ciao “Ostinato” e con lui si è arrampicato sul tetto d’Europa. Il suo viaggio è stato raccolto e trascritto su un libro che si trova su Amazon.

Dopo la presentazione, sono state fatte le premiazioni ad alcuni dei partecipanti; anche io sono stato premiato per la “fedeltà” all’evento e, devo dire, mi ha fatto molto piacere ricevere questo riconoscimento.

Qui termina La Temeraria 2023: un raduno polveroso che mi ha fatto, per qualche ora, tornare bambino.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!

Matteo Becuzzi

Ciao, sono un ragazzo di 27 anni con una passione sfrenata per i motori, in particolare per la Vespa, mia compagna di avventure dal 2012. Ho anche un debole per la Ferrari, ma questa è un'altra storia...