Vespa go 2.0 – V.C. Monte Serra

Sabato 25 e domenica 26 il Vespa Club Monte Serra ha organizzato un raduno chiamato Vespa go 2.0; la partecipazione era gratuita, chi voleva poteva lasciare un contributo a proprio piacimento.




Vespa go ButiSabato 25 il ritrovo era situato in Piazza Garibaldi nel centro del paese di Buti (PI), alle pendici del Monte Serra dove si effettuava l’iscrizione con la consegna dei gadget: una calamita personalizzata “Vespa go”, un calendario 2019 del V.C. Monte Serra e la toppa del club (con l’aggiunta di un piccolo contributo). Inoltre era offerto anche un aperitivo.

Il programma del sabato era un assaggio del raduno, si trattava solo della tratta Buti – Pontedera (circa 15km) con la visita al Museo Piaggio; purtroppo i Vespisti presenti non erano tantissimi.

Dopo la visita al museo il gruppo si è ritrovato a cena alla quale io non ero presente.

Domenica 26 il ritrovo si è spostato a Villa Pacini in Piazza Martiri della Libertà a Bientina (PI), li abbiamo fatto “colazione” con pane e salsiccia cotta alla brace e panini col prosciutto, delizie per il palato anche se erano solo le 9 del mattino; il tutto condito dall’intrattenimento offerto dal mitico Guscio, la sua musica anni ’80 e la sua splendida Vespa P200E, unica nel suo genere e personalizzata fin nei minimi dettagli.

il programma del secondo giorno di Vespa go era molto più succulento ma ancora, purtroppo, non c’è stata l’affluenza attesa a causa della concomitanza col motoraduno a Legoli (PI) e le condizioni meteo incerte fino all’ultimo ma che poi, fortunatamente, si sono rivelate ottime con un bel sole e temperature miti.




Vespa go GuscioVerso le 11 siamo partiti per il tour di circa 60km il quale si snodava fra le pendici dei Monti Pisani con Buti e Vicopisano per poi dirigersi in Valdera (leggi anche “Alla scoperta della Valdera“) attraversando Pontedera, Palaia, La Rotta, infine procedendo per Santa Maria a Monte e ritrovarsi per il pranzo di nuovo a Bientina, al quale come per la cena del giorno prima, non sono stato presente.

Qui si conclude il Vespa go (a questo link il sito ufficiale dell’evento); un raduno ben organizzato con una bella atmosfera di amicizia e passione comune verso la nostra amata Vespa; unico appunto agli organizzatori i quali descrivono il Vespa go come un evento innovativo, tranne l’iscrizione gratuita non ho visto questa innovazione, comunque ci vediamo il prossimo anno!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!