Il mito Vespa e il Cinema

Il mito Vespa e il Cinema, si Cinema con la “C” maiuscola perchè si tratta di grande cinema, quello che conta.

Fin dal 1953, soli 7 anni dopo la sua nascita, ad oggi Vespa è apparsa in circa un centinaio di pellicole; passando fra le mani di personaggi che hanno fatto la storia del Cinema.

LEGGI ANCHE: 23 Aprile 1946, Vespa: nascita di un mito

“Vacanze Romane” – l’inizio

Il primo regista che credette nell’astro nascente Vespa e la accostò all’Italia e alla sua storia fù William Wiler con il film “Vacanze Romane”. Gregory Peck, nella parte del giornalista Joe Bradley, e Audrey Hepburn, la quale interpretava la Principessa Anna, scorrazzavano per le strade di Roma con la loro Vespa 98 “Farobasso”. Il film è stato totalmente girato nella Città Eterna, passando nei luoghi più belli di essa come Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi, Trinità dei Monti e altri luoghi spettacolari della Capitale. Epica e famosissima la scena del film dove Audrey Hepburn all’esclamazione “Lasciami è divertente!” si mette alla guida della Vespa seminando il panico ovunque lei andasse.




In mezzo a tanti registi ed attori famosi, anche il regista Federico Fellini nel 1959 credette nel mito Vespa, infatti inserì una Vespa VNA2T 125 del ’58 all’interno del suo film “La Dolce Vita”, questa Vespa è conservata al Museo Piaggio ed è quella della foto in copertina.

Addirittura nel film del regista Franco Prosperi, intitolato “Dick Smart 2007”, la Vespa (in quel caso una Vespa 180 Super Sport) fu trasformata in un elicottero che fu chiamato Vespa Alpha, ed il nome deriva ovviamente dalla base di partenza, la Vespa, e dall’azienda inglese Alpha Willis, la quale contribuì nella realizzazione. Nella finzione del film, questo incredibile mezzo poteva circolare su strada, volare nel cielo e, udite udite, navigare sia sopra sia sotto il mare, a mo di sommergibile; tutto questo per consentire all’agente segreto Smart (intelligente dall’inglese n.d.r.) di effettuare tutte le sue indagini.




Non solo pellicole d’autore

Ma non solo pellicole che hanno fatto la storia del cinema; anche a Pontedera, culla della Vespa, è stato girato un film dove lei fa la parte della protagonista: La Marea Silenziosa”; il titolo è ispirato a tutti i “Piaggisti” cioè gli operai che silenziosamente entrano in fabbrica a creare nuove Vespa.Il film parla di un ragazzo, Francesco, il quale è un ragazzo italiano ma che ha vissuto negli USA, fino a quando la sua famiglia lo manda a Pontedera da suo nonno Alceste, bisognoso di aiuto dato che a causa di un braccio rotto non era più autosufficiente. Alceste è un ex “piaggista”, orgogliosissimo delle Vespa che lui ha creato, fino al punto di dormire con due Vespa a fianco del suo letto, una 50 Special e una 98 Faro Basso. Per il resto… guardate il film perchè a mio avviso merita molto!

LEGGI ANCHE: Pontedera: Città dei Motori e della Vespa

Il mito Vespa ha fatto parte fin quasi dalla sua nascita del mondo del cinema; accrescendo la sua importanza storica e il suo carisma, facendo la fortuna di Piaggio. Ma anche riempiendo d’orgoglio tutte le persone che l’hanno pensata e creata e che continuano tutt’oggi a farlo.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo adesso con i tuoi amici!

Avatar

Matteo Becuzzi

Ciao, sono un ragazzo di 24 anni con una passione sfrenata per i motori, in particolare per la Vespa, mia compagna di avventure dal 2012. Ho anche un debole per la Ferrari, ma questa è un'altra storia...